Consulenza strategica

In Sintesi

Non si possono risolvere i problemi con gli stessi strumenti e gli stessi approcci che li hanno creati: crediamo che, per affrontare il futuro, sia necessario leggere il presente in modo diverso (cogliendo e collegando gli indizi di ciò che sta prendendo forma) e preparare le figure chiave ad operare in un contesto mai sperimentato prima

Il Tema

Identificare e cogliere le nuove opportunità offerte dalle dinamiche del mercato (soprattutto quelle aperte dalla rivoluzione digitale): riposizionarsi, lanciare nuovi prodotti e servizi, anticipare il futuro prima che si manifesti in maniera esplicita, …

Il Punto di Partenza

In un mondo sempre più incerto e dinamico prepararsi al futuro e cogliere – prima degli altri – gli elementi che prefigurano come mercato e società si trasformeranno, spesso semplici indizi o segnali “deboli”, non è più un opzione ma diventa necessità competitiva.
I grandi progetti tipici della consulenza tradizionale, con un intensa attività analitica e l’uso diffuso di metodologie rigide e prescrittive, si sono rilevati di corto respiro e spesso addirittura inefficaci.
Innovare è sempre più al centro dell’agendo di imprenditori e capi azienda e innovare non vuol dire tanto “creare NUOVI prodotti o servizi” quanto prepararsi ad affrontare situazioni e contesti mai affrontati, dove si può usare molto poco dell’esperienza pregressa o della conoscenza accumulata.
Inoltre il contesto futuro sarà sempre più VUCA (Volatile, Incerto, Complesso e Ambiguo) e richiederà anche nuove competenze, approcci e sensibilità.
Prepararsi all’innovazione richiede dunque due azioni diverse ma complementari:
– disporre di elementi e framework che danno la direzione verso cui tendere;
– creare competenze, approccio e sensibilità capaci di muoversi in ambienti VUCA, di cogliere le opportunità man mano che si presentano e tradurre rapidamente le idee più promettenti in progetti fattibili.

L’Approccio Kanso

Kanso affronta i temi strategici operando su due dimensioni:
Analitica (check-up, customer understanding, competitive benchmark, option generation, …) che si pone l’obiettivo di generare un set di opzioni strategiche;
Pratica, coinvolgendo le figure “pivot” e creando un processo partecipativo che consenta non solo la generazione di opzioni strategiche “dal basso” ma – nel contempo – rafforzi le loro competenze e sensibilità.
Nonostante la convizione che ogni azienda sia unica, e richieda un approccio specifico e contestualizzato, e che i “tradizionali” metodi strutturati siano sempre meno efficaci, Kanso utilizza alcuni strumenti, messi a punto sul campo, per facilitare e velocizzare alcuni aspetti della consulenza strategica.
Per la componente analitica, uno strumento di particolare efficacia che Kanso usa con frequenza è il Customer Journey, che consente di rileggere l’azienda con gli occhi del cliente. Ripartire dal cliente, immedesimarsi nel suo rapporto con l’azienda, misurare il servizio erogato rispetto alle sue aspettative e concentrare l’attenzione sui Touchpoint sono infatti aspetti ormai imprescindibili per costruire una strategia efficace.
Per la componente pratica – dove si uniscono il rafforzamento delle competenze “strategiche” con la generazione di opzioni realistiche di riposizionamento – gli strumenti utilizzati maggiormente sono due: Eye Opening (workshop formativi per prepararsi al futuro) e Business Model Canvas (metodologia per trasformare un idea in un progetto o in un’iniziativa imprenditoriale)

Gli strumenti utilizzati

Customer Journey – rileggere l’azienda con gli occhi del cliente
Educazione Manageriale – workshop per prepararsi al futuro
Business Canvas – trasformare un idea in un progetto (o un azienda)

Per saperne di più

Scrivici a info@kanso.it (LINK)