Intelligenza 2.0: quando l’intelligenza, da soggetto che innova, diventa oggetto di innovazione – 15/05/2019

Cattura

Innovare nell’intelligenza è un cambiamento epocale. Per tutta la storia dell’umanità l’intelligenza è sempre una costante: equamente distribuita tra generi, ceti e popolazioni, non potenziabile né ereditabile e, aspetto non meno importante, è sempre stata appannaggio esclusivo degli esseri umani. Oggi, gli algoritmi, il deep learning, i big data, le neuroscienze, il gene editing e molte altre discipline creano nuove possibilità. Con l’intelligenza artificiale gli esseri umani non sono più gli unici soggetti dotati di intelligenza, con il gene editing l’intelligenza di cui è dotato un individuo può non essere più casuale, con le neuroscienze siamo sempre più in grado di comprendere i meccanismi profondi del cervello ed i suoi bias. Quali possibilità ci dobbiamo aspettare da questo straordinario incrocio di tecnologie e scienze? Quale codice etico disciplinerà la società? Che futuro si prospetta per chi come tutti noi è dotato di intelligenza “normale”?

Link al programma